Finalmente si potranno programmare i post su Instagram

PROGRAMMAZIONE DEI POST INSTAGRAM: LA NOTIZIA È UFFICIALE!

Il sogno di tanti Social Media Manager, Influencer e star e aziende più social è finalmente realtà, o quasi.

Il social delle foto di proprietà di Facebook ha lanciato una nuova funzionalità che permette di programmare i post per i profili business verificati, anche se per utilizzarla bisognerà affidarsi a servizi di terze parti, con relativi costi di abbonamento o utilizzo.

Per adesso il servizio permette di programmare solo le foto, non ancora i video, ma è disponibile solo attraverso gestori di terze parti per il social, come possono essere i servizi a pagamento HootSuite, Sprout Social o altri appartenenti ai programmi Facebook Marketing Partners o Instagram Partners.

Al di là di questo, si tratta comunque del primo vero strumento ufficiale per la programmazione, dunque un netto passo avanti rispetto alle soluzioni esterne viste sinora.

Inoltre, ci sono novità anche per le API Instagram Graph, in particolare per quanto riguarda la scoperta di informazioni sulle altre aziende e la moderazione dei commenti. Anche in questo caso si tratta di soluzioni dedicate al mondo aziendale, dunque poco interessanti per i comuni utenti.

La buona notizia è che, dopo mesi di test e sperimentazioni per gli utenti business, la programmazione dei post dovrebbe essere disponibile per tutti gli utenti a partire dai primi mesi del 2019. Molto probabilmente si tratterà di un’evoluzione importante per l’intera piattaforma, che potrebbe modificare le abitudini di molti utenti, dunque non vediamo l’ora di scoprire tutte le nuove possibilità offerte.

Facciamo un passo indietro

Perché serve una programmazione dei post Instagram?

E’ una procedura che presenta enormi benefici, soprattutto per chi utilizza Instagram con un serio calendario editoriale alle spalle.

Se poi gestisci due o più account, programmare i contenuti da pubblicare può essere una scelta da prendere in seria considerazione per semplificarti la vita.

Se finora non era così facile pubblicare immagini in automatico (e si poteva correre il rischio di essere bannati), ora l’autorizzazione è ufficiale.

Cosa cambia

A seguito dell’usuale periodo di test e sperimentazioni condotte sull’utenza Business, la programmazione dei post (ufficialmente consentita a questi ultimi), dovrebbe estendersi a tutti gli utenti a partire dai primi mesi del 2019, secondo quanto riportato dal sito The Verge.

Si tratta di un’evoluzione rilevante per la piattaforma poiché modificherà le abitudini della maggior parte degli utenti, aprendo nuovi scenari e nuove possibilità.

Fonte: MobileWorld.it   e ApClick.it

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *