Interazioni su Facebook: dettagli che fanno la differenza

Fonte: Interazioni su Facebook: dettagli che fanno la differenza


Di grande rilevanza appaiono l’influenza e l’impatto che hanno i social network nella nostra quotidianità: ci forniscono in un’istante la possibilità di interagire in tempo reale con persone in tutto il mondo.
Andiamo ad analizzare più da vicino la realtà del social network per eccellenza: Facebook.

Sfido chiunque a non conoscerlo! Negli ultimi anni si è diffuso a dismisura e sono certo che abbia bussato anche allo schermo del tuo smartphone, tablet o pc!
Facebook è diventato uno strumento potentissimo di marketing anche per le aziende e per le attività commerciali, offrendo loro un’ampia possibilità di impostare delle vere e proprie strategie per l’acquisizione di potenziali leads.

Interazioni su Facebook: cosa sono?

Tutte le volte che esegui un’azione su un post di una pagina.
Un like, un commento, una condivisione o un click sul link sono modi di interagire su Facebook!
Facebook predilige i post che destano particolare interesse e che attraggono gli utenti: maggiore attrattività equivale a una maggiore visibilità sul social network!

L’algoritmo di Facebook

Eh sì, anche Facebook come Google,  ha un suo algoritmo che cambia continuamente nel tempo!
Edgerank (ma si chiama ancora così?), è questo il nome del soggetto che dà rilevanza ai contenuti migliori con lo scopo di proporre all’utente quelli di maggior coinvolgimento e interesse.

È lui che classifica le interazioni che avvengono tra i fan di una pagina (destinatari) e colui che invia il messaggio (tu). Insomma, il contenuto pubblicato sulla tua pagina verrà visto dai fan quando lo decide l’algoritmo.

E se partecipiamo attivamente alla vita della pagina attraverso post interessanti e coinvolgenti, aumentiamo la possibilità di visualizzazione della stessa sulla newsfeed degli utenti.

Esiste una scala per determinare il rank. E dobbiamo porre attenzione alle sue variabili.

  • Affinity Score: quanto il tuo fan interagisce con i post della tua pagina, dandole così maggiore visibilità nelle top news. Le possibilità di visualizzazione nella homepage dipenderanno dal numero di interazioni che il fan effettua all’interno di quella pagina.
  • Time Decay: più il contenuto è nuovo (appena postato), maggiore sarà la possibilità di visualizzarlo. Da qui il consiglio di postare con una certa regolarità.
  • Weight: il grado di attrazione che deriva dai tuoi post e che porta i tuoi fan a commentare, mettere like e condividere ciò che tu hai postato.

Il weight si divide in diversi elementi.

  • Like
    Il famoso “mi piace”, che a volte mettiamo quasi per abitudine. Non determina grandi cambiamenti: per l’algoritmo un post con solo dei like non ha grandissimo valore.
    Oltre al like ci sono le reaction. Possiamo mettere dei cuori e altri tipi di faccine a un post con la stessa rilevanza del pollice in su.

  • Click sul link
    Capita di inserire post con link che ti portano fuori dalla piattaforma, reindirizzandoti verso un blog o un sito web. Con i soli click sui link il punteggio risulta essere piuttosto basso.
  • Commento
    Partiamo da una buona base: se i tuoi “fan” commentano vuol dire che stanno partecipando attivamente al tuo post. Ha un medio valore sull’algoritmo.
  • Condivisione
    Il top. Se i tuoi post vengono condivisi hanno  molta più probabilità di essere visti da più persone con lo scopo di creare un’affinità anche con loro. È il punto più alto dell’algoritmo.

Algoritmo di Facebook: le ultime novità

Nel tempo l’algoritmo è cambiato e continua a essere in costante aggiornamento. Facebook spinge sempre di più verso il concetto di aggregazione tra persone, privilegiando i post tra profili.
Un chiaro segnale che per pagine o aziende sarà dura ottenere una buona visibilità e gradi di affinità, se non con una promozione a pagamento, i famosi post sponsorizzati.

Live, che passione!

La nostra home ne è praticamente invasa. È la moda del momento.
Da quando sono state attivate le dirette, sulla stragrande maggioranza dei profili ogni giorno assistiamo a una vera mania di dirette streaming sulle nostre bacheche.
Pagina aziendali, fanpage e soprattutto profili privati si cimentano provando questa nuova funzione.
Un buon modo per attirare l’attenzione degli utenti potendo contare sulla buona interazione che ti garantisce la diretta video.

Arrivano i sondaggi

Il sondaggio live ! È il trend più hot del momento.
Grazie ai like e alle reaction, abbiamo uno strumento che ci permette di poter esprimere una nostra preferenza su determinati argomenti che ci vengono proposti da pagine che seguiamo o da post sponsorizzati.
Vengono conteggiati in tempo reale i like e le reaction.
Negli Stati Uniti ha avuto grande successo il sondaggio live sulle elezioni presidenziali tra Hillary Clinton e Donald Trump, ottenendo una marea di interazioni tra gli utenti e raggiungendo milioni di persone.
Anche in Italia siamo arrivati a un vero e proprio boom, sono tante le pagine a proporre e spingere l’utente a effettuare un’azione sui sondaggi live.
Tutto questo porta a un innalzamento del livello di engagement con gli utenti.

L’algoritmo darà priorità nelle newsfeed alle dirette su Facebook sia per le pagine che per i profili.

Come aumentare la visibilità?

Un ottimo modo per attirare l’attenzione degli utenti è quello di cercare di farli interagire attivamente con i nostri post; quelli composti da solo testo risultano essere poco appetibili per chi li visualizza, a differenza di post con video o immagini.

Se poi cerchiamo di stimolare l’utenza con domande, sondaggi o curiosità dell’ultimo momento, aumenteremo la possibilità di interazioni con i nostri fan.

Credit: Cover Photo

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *